Villagreca. Lo scuolabus è di nuovo gratuito

Filo diretto, NuRaMiNis - ViLLagReCa
Un risparmio di 2000 euro annue per le famiglie di Villagreca

A partire dall’anno scolastico 2016-17 tutti gli studenti di Villagreca potranno usufruire gratuitamente del servizio di trasporto scolastico predisposto dal Comune di Nuraminis. Viene così centrato un altro degli obiettivi che il gruppo del Cambiamento Possibile aveva inserito nel suo programma elettorale, dopo quello che ha reso più sicuri i trasporti ARST. Fin dai primi incontri che hanno dato vita al progetto del cambiamento, il gruppo ha individuato nel diseguale accesso degli studenti di Villagreca alla scuola un limite da superare.

Come è noto, a Villagreca da tempo non c’è più la scuola elementare. È dunque necessario raggiungere la scuola di Nuraminis. Per farlo occorre ogni giorno prendere lo scuolabus. Per diversi anni il servizio è stato a pagamento (circa 8 euro al mese) e consentiva al Comune di incassare grosso modo 2000 euro annui.

Restituire ai villagrechesi un diritto sancito dalla legge: ecco come è stato fatto

Ci sembrava insensato che i ragazzi non solo avessero un problema logistico, ma che addirittura fossero le famiglie villagrechesi a farsene carico. Ritenevamo che fosse dovere dell’amministrazione intervenire per garantire parità di accesso alla scuola, abbattendo l’ennesima distanza tra Villagreca e Nuraminis.

Vivere in una frazione non deve necessariamente comportare limitazioni e costi aggiuntivi. Per questo ci siamo messi a studiare, come sempre facciamo quando c’è da risolvere un problema, e abbiamo passato in rassegna le leggi in materia. Abbiamo così scoperto che, attraverso le direttive applicative delle leggi regionali in tema di diritto allo studio (del 1984 e del 1993), la Regione Sardegna ha disposto che “nei casi in cui si verificano le soppressioni di classi o di scuole, il servizio di trasporto dovrà essere garantito gratuitamente”.

Rendere gratuito lo Scuolabus non è una concessione alle famiglie di Villagreca, ne serve solo a eliminare una disuguaglianza, ma serve a ripristinare il rispetto della normativa vigente. Il Comune aveva dunque il dovere di restituire agli studenti di Villagreca un diritto sancito dalla legge.